Totale Autorità delle Hakkoryu Soke

Hakkoryu Jujutsu e Hakkoryu Koho Shiatsu sono sistemi marziali e medici di famiglia Okuyama. L'autorità totale su Hakkoryu e tutti i diritti legali e amministrativi per Hakkoryu e Koho Shiatsu sono tenuti esclusivamente da Nidai Soke Okuyama Ryuho. Egli è consigliato da selezionati senior Shihan e consiglieri. Le sue decisioni sono definitive. Questo stile di gestione autocratica è tipico della tradizione ryu bujutsu non dissimile pre-Meiji koryu.


Richieste fraudolente da parte di estranei - DIFFIDATE DALLE IMITAZIONI!
Al di fuori del Giappone ci sono varie persone e organizzazioni che pretendono di insegnare o avere affiliazione con Hakkoryu. Alcuni possono usare la parola "Hakko" nei nomi dei loro sistemi, il che implica una connessione o relazione con Hakkoryu So Dojo quando non esiste.
Avvisiamo gli interessati alla disciplina che la maggior parte non hanno alcun rapporto con l'Hakkoryu.
Molti desiderano la legittimità di tale appartenenza senza essere accompagnati da una formazione adeguata, da sforzi, sacrifici, responsabilità, limitazioni, ed oneri a cui si sono sottoposti i membri effettivi.
Tale non legittimazione è valida per coloro che non hanno mai avuto alcuna formazione o affiliazione con Hakkoryu, così come coloro che sono stati espulsi o si sono "ritirati" dall'Hakkoryu. Ai potenziali studenti si chiede di essere molto attenti e di diffidare ed evitare tutti questi millantatori.

Per chiarezza: al di fuori di pubblicazioni stampate e distribuite dal Hakkoryu So Hombu Dojo (come i siti web autorizzati, libri e manuali scritti da Shodai e Nidai Soke, e alcuni articoli di giornale), pochi libri, manuali, video, o di altre pubblicazioni sono stati approvati e vidimati dal Hakkoryu Soke. Per decenni, il Nidai Soke e il ryu Shihan anziano hanno lavorato diligentemente per aumentare gli standard tecnici, personali e comportamentali per gli esponenti Hakkoryu e purificare il ryu degli indesiderabili. Ciò ha portato a sospensioni ("Jomei") ed espulsioni ("Hamon") e "pensionamenti" degli insegnanti, sia all'interno del Giappone che all'estero.

Si sappia che i seguenti gruppi e / o gli individui non hanno mai avuto o non hanno più alcun collegamento di sorta con legittima Hakkoryu Jujutsu o Koho Shiatsu Igaku (eventuali aggiornamenti sul sito ufficiale internazionale - hakkoryu.com):

"Hakko Ryu Denshin" (Michael LaMonica, Antonio Garcia, Philip Schechter - varie sedi in USA, Canada e all'estero)
"Suigetsu Dojo / Hakkoryu Arti marziali Federazione / HMAF" (Dennis Palumbo, Dara Masi, Melanie fine, Sandra Smith - varie località in USA)
"Brattleboro Scuola di Budo" (Patrick Donahue - Vermont, USA)
"Nisei Bujutsu" (Harris Warren - Florida, USA)
"Nippon Seibukan / keisatsu Dojo / Sobukan" (Mounir Ghrawi - Toronto, Canada)
"Hakkodo Bujutsu" (Roberto Valeri - Italia)
"Shorinji-ryu / Balliet International Karate / Hakkoryu Jujutsu Federation" (Kenneth Balliet - Pennsylvania, USA)
"Nihon Hakko Bujutsu Kai" (Jean Baptiste Glerant - varie località in Europa)
"Kilohana Martial Arts Association" (Claudio Artusi - Italia)
"German Hakko Ryu Associazione", "Taijutsu Bayern" (Richard Cieslak, Francois Hensen - Germania)
"Takeda-ryu" (Roland Maroteaux - Francia)
"Hakko Dojo Galati / Jiko Clinica" (Gabriel Dutchevici - Galati e Bucarest, Romania)
"Instituto Sohaku-in / Sohaku-in Fondazione" (Raimundo Cesar Bastos - Rio de Janeiro, Brasile)
"Académie Européenne de JuJitsu Traditionnel" (Jacques-Jean Quero - Saint Jean de Védas, Francia)
"Theodorou Accademia di Jiu Jitsu" (Nicholas Theodorou - Massachusetts, USA)
"Il Dojo nascosto" (Nicholas Burger - Missouri, USA)
"LVTC Karate" (Larry Hamby, Larry Schrawyer - California, USA)
"Hakko-ryu Herinois" (Charlie Hercheux - Herin, Francia)
"Kansui Dojo Lubbeek" (Ivan Michaux - Lubbeek, Belgio)
"Hakkoryu Dojo Leueven" (Ludo Schodts, Luc Vandervelde - Leuven, Belgio)
"Hakkoryu Yuwa Dojo" (Benny Frederix - Zonhoven, Belgio)

Hombu Dojo, Shibu Dojo, e insegnanti autorizzati

La funzione primaria del Hakkoryu So Hombu Dojo a Saitama City è la formazione e la revisione di Shihan. Come tale, essa non accoglie i visitatori senza accordi e lettere di presentazione da Shihan in regola, inviati con largo anticipo. Non sarà permesso ad altri di vedere la formazione. Non ci saranno risposte per richieste dirette per Hombu Dojo.

Le parti interessate alla vera formazione in Hakkoryu Jujutsu e Koho Shiatsu al di fuori del Giappone, come autorizzato da Nidai Soke Okuyama e Hakkoryu So-Hombu Dojo, possono fare riferimento alla Hakkoryu List Shihan (per l'Italia M° Mario Spillere).

(fonte hakkoryu.com)

Hakkoryu Jujutsu tecniche, formazione e certificazione

esameshihanspillere2Poco conosciuta e spesso non capito al di fuori del Giappone, Hakkoryu è un sistema Jujutsu che usa il corpo Keiraku (sistema dei meridiani) per creare diverse quantità di dolore per controllare un attaccante senza provocare necessariamente gravi lesioni.
La medicina orientale giapponese e tradizionale insegna che "Ki", è uno degli aspetti non-fisici della vita e scorre attraverso Keiraku nel corpo.
Alcuni Tsubo (punti speciali) lungo la Keiraku sono sensibili al tocco o al colpo che causano distrazione per il dolore acuto, ma non necessariamente vengono danneggiate ossa, articolazioni, o altri tessuti del corpo. Questi sono i punti focali di tecniche Hakkoryu che un trainer qualificato utilizza per distrarre, evitare o arrestare un aggressore. Per via del potenziale non lesivo di queste tecniche, Hakkoryu si dice che sia di "natura umanitaria".

I mezzi principali di insegnamento nell'Hakkoryu sono attraverso i Kata (coreografia con sequenze di combattimento), in cui vengono introdotti i principi del sistema di Shodai Soke.
Una conoscenza accurata Omote (tecniche di superficie) è richiesta per tutti i discepoli ryu. Ci sono quattro Kata di base: Shodan (primo grado), Nidan (secondo grado), Sandan (terzo grado), e Yondan (quarto grado), che corrispondono anche con il livello di cintura nera che il discepolo detiene.
Non ci sono più alti Dan, ranghi regolarmente concessi nell'Hakkoryu, diversi da un Godan (quinto grado), che può essere concesso in casi particolari, o gradi superiori a discrezione del solo Soke.
Ogni Kata contiene numerosi Kihon Waza (tecniche di base), che deve essere padroneggiato e completamente capito.
Questi Kata incarnano la saggezza e l'esperienza di Shodai Soke e devono essere tramandati come sono, senza modifiche ai principi fondamentali, alle generazioni successive.
Padroneggiare l'Omote non deve essere fatto in modo affrettato, in caso contrario i danni derivanti, per se stessi, saranno inevitabilmente evidenti. L'essenza delle tecniche Hakkoryu rimarrà sfuggente a coloro che non sono stati sottoposti a studio prolungato delle basi sotto un Shihan certificato.

Contenuti all'interno del Kihon Waza ci sono i Gensoku (principi), che sono le effetive lezioni di tecnica.L'introduzione di Gensoku attraverso Kihon Waza segue un ordine razionale in cui i principi successivi si costruiscono su quelli precedenti, sviluppando in un insieme coerente.
Una volta che un allievo impara questi Gensoku, è in grado di sviluppare le proprie HENKA (variazioni) con combinazioni o applicazioni uniche di Gensoku per un numero potenzialmente infinito di circostanze. Questo permette all'allievo di creare tecniche e applicazioni adatte alle proprie esigenze e circostanze, piuttosto che memorizzare ciecamente le tecniche insegnate dagli istruttori. Con l'Hakkoryu, si raggiunge la capacità di creare, piuttosto che limitarsi ad imitare.

La maggior parte delle classi Hakkoryu sono formate per l'insegnamento "uno-contro-uno" Shihan a Deshi. Il vecchio concetto ribadisce che è preferibile formare alcuni studenti selezionati, piuttosto che molti studenti in modo anonimo e senza una precisa preparazione. Questo tradizionale rapporto maestro-discepolo permette di far dare al Shihan un consiglio immediato o una correzione sulla tecnica dell'allievo.
In questo modo, uno studente può imparare rapidamente e può arrivare a comprendere meglio le molte sfumature di tecniche e approcci dell'Hakkoryu.
Tutto ciiò non solo garantisce una eccelenza qualitativa nei suoi praticanti, ma limita anche il numero degli allievi a cui un Shihan può con competenza e comodità, insegnare.
Nell'Hakkoryu, è la qualità degli studenti, non la quantità che conta. Perché la reputazione di un ryu dipende dal carattere e le capacità dei suoi praticanti.
Il Nidai Soke si rende chiarament conto, che ogni compromesso su questo metodo, potrebbe portare a declino del ryu. Su questo punto non si transige.

Costante per tutta la formazione Hakkoryu è il concetto di abbandono della forza. La forza muscolare non è richiesta nell'Hakkoryu. Invece, le tecniche si basano principalmente sulla comprensione di anatomia e fisiologia, sia la propria che quella del suo aggressore.
Gli allievi sono invitati sempre a rilassare la mente e il corpo in modo che la propria Tanden o Hara (centro di gravità) si allinea nel posto giusto.
Pertanto, il peso corporeo può essere facilmente focalizzato in vari punti durante l'esecuzione delle tecniche. Se uno studente tenta di utilizzare solo forza, il suo peso corporeo non verrà "messo a fuoco" correttamente, e le tecniche saranno molto meno efficaci.
Una volta che un discepolo fa suo inconsciamente e mette in pratica questo concetto, il progresso diventa veloce. Un altro motivo di rilassamento è deirvante dal fatto che le sessioni di formazione Hakkoryu sono dolorose, a volte estremamente. Rilassare mente e corpo diminuisce tale dolore e previene lesioni.

Per la formazione avanzata, l'Hakkoryu continua ad utilizzare il sistema Menkyo (licenze), seguendo in parte la tradizionale bujutsu koryu giapponese. Acquisita la padronanza del Shodan attraverso Yondan Kata, è possibile che un allievo potrebbe essere consigliato da uno Shihan e successivamente invitato dal Nidai Soke a seguire un percorso di formazione avanzata come Jiki Deshi (Direct Discepolo). Il Nidai Soke è l'unica persona autorizzata a fornire tale formazione avanzata e di concedere licenze menkyo. Se uno ricevere tale invito scritto dal Nidai Soke, bisogna recarsi a Hombu Dojo a Saitama City per la formazione e per periodi di tempo prolungati. In alcune occasioni, il Nidai Soke si potrà recare all'estero e condurre il Shihan Jikiden al dojo richiedente.

Questi inviti sono difficili da ottenere e le lettere di presentazione dovranno essere inviate al Nidai Soke da Hakkoryu Shihan in regola per poter essere prese in considerazione. Accreditarsi per tale formazione va ben oltre la capacità tecnica. Alla stessa bisogna aggiungere un forte apprezzamento per la cultura giapponese, costumi, e tradizioni. Un atteggiamento, l'approccio, i contributi, e l'apprezzamento per questi dettagli sono tutti oggetto di valutazione. Soprattutto per i discepoli non giapponesi, qualunque sia livello che abbiano raggiunto nell' Hakkoryu, è meglio e opportuno considerare, sempre se stessi ,come una semplice ospite di Hakkoryu. La ricerca del potere personale, la fama e la fortuna è in contrasto con lo spirito Hakkoryu.

Il percorso originale di istruzione avanzata è per il titolo di Shihan (Master Instructor), e come per tutta la formazione avanzata in Hakkoryu, viene insegnato personalmente da Nidai Soke. Durante questo periodo, Hombu Dojo è chiuso durante il giorno per tutti i visitatori ad eccezione di quelli classificati Shihan o di grado superiore che direttamente assistono Nidai Soke nel suo insegnamento. E 'durante queste sessioni di allenamento che il Higi (Punti occulti) e Okuden (tecniche segrete) vengono impartite al Jiki Deshi direttamente dal Soke dando profondità, finezza e personalità per le tecniche di un esponente. Questo processo è chiamato "Jikiden" (Trasmissione Diretta).

La Formazione da Shodan ,attraverso Yondan, su base "passo dopo passo" può essere confrontata con il processo di forgiatura e tempra che dà corpo e forza ad una lama di spada giapponese.
L'Higi e Okuden della formazione avanzata, impartiscono l'affinamento ed i processi di lucidatura, che conferisce ad una lama , il taglio di un rasoio e l'eleganza mistica dlell'arma di maggior pregio.
diplomashihanspillereSe un discepolo riesce a completare l'Shihan Jikiden e a superare un esame dato di fronte ad una commissione di Hakkoryu Shihan, gli viene consegnato il Makimono / Densho (rotolo mano) per Shihan, il certificato Hakkoryu Hombu della formazione Shihan, il Menkyo (licenza di insegnamento), e viene premiato con una cintura viola Hakkoryu Hombu, il colore imperiale del Giappone.

Al di là di Shihan Jikiden, si può essere invitati dal Nidai Soke, per accedere agli insegnamenti ancora più avanzati di Kaiden Shihan (Master Instructor dei più profondi misteri) e Kaiden Shihan Sandaikichu (Master Instructor dei più profondi misteri e delle Colonne dei Tre Grandi Fondatori). La formazione in queste arti richiede residenze prolungate o ripetuti Hombu Dojo, e ancora una volta, viene insegnata privatamente da Nidai Soke. Inoltre, se un Shihan o superiore desidera avere una recensione di qualsiasi livello Menkyo fornita dal Soke, questo ultimo è disponibile. Al termine di tale revisione, viene dato un Renshi (Master di merito), una designazione che deve essere rinnovata ogni anno per rimanere attiva.

_________________________________

L’insegnamento dell’HAKKORYU JU-JUTSU si basa su tre livelli:
I° Lo studio del KOHO TAISO ( tecniche di rilassamento e di energia);
II° Lo studio dello YAWARA ( tecniche di difesa);
III° Lo studio dello SHIATSU ( tecniche di riequilibri terapeutici con la pressione dei meridiani).

Lo studio dello Yawara si rifà su tre vie:
1a la via dell’intelletto ;
2a la via della tecnica;
3a la via del cuore (kokoro).

Nello YAWARA, inoltre, la progressione si farà su 5 gradi di lussazioni che permettono di volta in volta il controllo dell’avversario e ugualmente una migliore circolazione di energia di ciascun dei praticanti.
1. SHODAN, l’aspetto salutare è primordiale con un lavoro a livello della schiena e delle scapole; la posizione Seiza stimola una certa forma di nevralgia-nervosità che si collega allo stomaco, al fegato ed alla vescica con la stimolazione dei meridiani JINKE-KANKE-NIKE.
2. NIDAN, il lavoro si fa più corto e le tecniche sono più precise, si agisce sui meridiani più lontani chiamati BOKO KE’ e suoi corrispondenti; la partenza delle azioni è a livello dei polsi.
3. SANDAN, il lavoro essenzialmente terapeutico ha effetto molto efficace a livello intestinale, con azioni sui tre meridiani concernenti che sono “ DAI CHO KE, SAN CHO KE, SHO CHO KE”.
4. YONDAN, si utilizzano i GAKKUN come base di lavoro con una azione su “SHIN KE” meridiani del cuore e “SHIMPO KE” funzione multipla di energia. Le funzioni cardiache e circolatorie sono regolarizzate, solo se il livello delle tappe precedenti è stato acquisito con un o spirito armonioso e con uno studio regolare e progressivo.
5. GODAN, complementarietà dello studio con delle azioni dirette a livello polmonare, complemento di un sistema cardiaco studiato precedentemente. Efficacità più grande acquisita con lo studio dei GAKKUN.
6. SHIHAN, l’acquisizione del SHIHAN si fa con un corso privato, direttamente con il Soke, e costituisce la prima marcia di un livello superiore dell’Insegnamento dell’Ottava luce “HAKKO” e della via del rilassamento da qui ci si allontana sempre di più dalle altre discipline marziali che sono diventate sport.
7. MENKYO KAIDEN, la cintura è violetta, dove l’equivalente è il rosso e bianco in Europa, essa simboleggia l’ultravioletto, ha immagine di azioni dirette su i circuiti energetici, tali gli aghi dell’agopuntura. Le tecniche antiche sono studiate ed i rotoli consegnati, (secondo il sistema dettiONORABILE), non hanno più niente a che vedere con la gradazione “DAN”, che ha per origine un sistema militarizzato.
8. SANDAI-KICHUN, ultimo stadio di un’ insegnamento superiore.

i. Non ci sono più tecniche, l’insegnamento si fa sulla base di 3 principi chiamati ROKEN SENRETSU, KENGAI KENSHI e SHINKI-YAKUJO, simboli di stabilità (mentale) vigilanza e di universalità

_________________________________

Nessuna competizione in Hakkoryu

Lo scopo di Hakkoryu non è quello di determinare i meriti relativi tra gli individui, ma piuttosto di migliorare le proprie conoscenze, capacità, e la comprensione di sé e la propria protezione, in modo coerente con la salute fisica e mentale.

attestatodojohakkoryIl Shibu Dojo si trova presso la storica palestra della Associazione Sportiva Dilettantistica Accademia Fu Dou Shin di Dolo, in via Argine Sx 87.

I sistemi di allenamento, le tecniche e sistemi marziali sono coperti da copyright.

Solo gli Shihan autorizzati e i Dojo autorizzati possono trasmettere tali competenze.


Attestato di registrazione di dojo ufficialmente riconosciuto per "Hakkoryu Italia Shibu Dojo".
Numero di registrazione: 52002
Diretto Responsabile: Shihan Mario Spillere

 

Corsi di Ju Jutsu: sede di Dolo

Orari:

MARTEDI' - VENERDI' 17:00 - 18:30 BAMBINI , 18:30 - 20:00 RAGAZZI, 20:00 - 21:30 ADULTI ;

SABATO 16:30 - 18:00 ALLENAMENTO LIBERO

 

mariospillereShihan Mario Spillere
Numero registrazione Shihan: 3182
Data esame Shihan: 14/11/2002

Link ufficiale accreditamento:

http://hakkoryu.com/shihan/mario-spillere/

certificatoabilitazioneinsegnamentohakkoryu

Certificato di abilitazione all'insegnamento 

 

Altre competenze del M° Mario Spillere (c.v.)

 

Nato a Dolo il 16 ottobre 1954 Inizia la pratica delle arti marziali con il Karate Shotokan nel 1973 sotto la direzione del Maestro Hiroshi Shirai. Nel 1980 è cintura nera e continua il percorso conseguendo nel 1994 il 5° dan e la qualifica di Maestro. Nel 2001, per meriti sportivi, acquisisce il 6° dan. Il 18 maggio 2008, viene insignito del 7° Dan, da parte dell'Ente di Promozione Sportiva CSEN.

.
Nel 1987 inizia lo studio del Ju Jutsu sotto la direzione del Maestro Stelvio Sciutto responsabile Europeo dello stile antico denominato “Hontai Yoshin Ryu” della scuola del 18° Soke Inoue Tsuyoshi Munetoshi.

Nel 1993 partecipa ai campionati internazionali a Nishinomiya in Giappone qualificandosi al 3° posto nello Iai Do e nel Bo Jutsu. Nel 1996 partecipa al 2° torneo internazionale in Italia classificandosi al 1° posto. Nel 2000, su esame, gli viene conferito il 4° dan direttamente dal figlio del Soke Inoue Kyoichi.

Nel 1994, durante uno dei numerosi soggiorni in Giappone, conosce il Maestro Higaki Miyanushi (prete scintoista e maestro di Aikido) che, nel 1999 presso il tempio di Kashima gli conferirà il grado di insegnante di Mitsurugi Tai Do.

Attualmente il dojo di Mario Spillere (ASD Fu Dou Shin con sede a Dolo, Venezia) è riconosciuto come sede italiana dell’Organizzazione di Scambio Culturale Mondiale (NPO Global Cultural Exchange Organization) fondata dallo stesso Maestro Higaki Miyanushi, che ha come scopo l’amicizia e lo scambio culturale tra i popoli del mondo.

Sempre nel 1994, conosce il Maestro Jiro Kimura 8° dan di Aikido della linea Kobaiashi e inizia a studiare con lui.

Nel 1995 conosce il M° J.B. Glerant in Francia, ad Antibes, ed inizia a studiare l’Hakko Ryu. Nel novembre 2002 il Nidai Soke Okuyama di Omiya, in Giappone gli conferisce il grado di Shihan.

Nel 1997 inizia lo studio con il maestro George A. Dillman del Kyusho Jitsu e del Tuite della scuola Ryu Kyu Kempo (il Karate dei punti di pressione).

Sempre nel 1997, a Nizza, conosce il responsabile europeo del Krav Maga, Philippe Kaddouch ed inizia con Lui lo studio. Nel 2001 ottiene la qualifica di Istruttore di 2° livello.

Ricopre il ruolo di responsabile italiano per lo C.S.E.N. (Centro Sportivo Educativo Nazionale):
• dell’Hakko Ryu Ju Jutsu (fino al 2015).

Sempre in CSEN, negli anni , ha ricoperto il ruolo di responsabile della commissione d’esame di cintura nera, allenatori e istruttori di: Karate, Ju Jutsu, Krav Maga per la Regione Veneto ed è stato fino ai primi del 2015 responsabile regionale Veneto per tutte le arti marziali.
Attualmente presta la sua esperienza in A.S.C. - Attività Sportive Confederate, Ente di Promozione Sportiva del CONI.

Dal 2004, come istruttore esterno, si occupa dei corsi di Ju Jutsu e difesa personale nelle scuole del comune di Dolo (Venezia) legati ai programmi di educazione motoria e di educazione fisica.